Quale differenza c'è tra un divisore (partitore) e un derivatore?

  • DIVISORE - Il divisore prende anche il nome di partitore, e divide il segnale in parti uguali per tante quante sono il suo numero di uscite, ed ogni uscita, avrà la medesima attenuazione. Il suo corretto utilizzo, è quello di collegare due o più parti di impianto che abbiano tra loro un dislivello di segnale tra 0 e 5 dB.
  • DERIVATORE - Il corretto utilizzo del derivatore, è quello di collegare parti di impianto che abbiano un dislivello >5 dB. Il derivatore, ha sempre un'uscita passante a bassa perdita (generalmente 2dB) ed un numero di uscite derivate (TAP) che può variare da una fino a quattro. Inoltre, i derivatori vengono prodotti con diversi valori di attenuazione delle uscite derivate che possono essere generalmente da 10 a 20 dB a multipli di 2dB.

Per un impianto di nuova costruzione quali prodotti devo utilizzare?

La Guida CEI 100-7 specifica che tutti i componenti dell'impianto (inclusi partitori e derivatori) devono essere completamente schermati per risultare immuni a disturbi presenti negli ambienti ove siano stati installati.

Si può collegare il cavo con in connettore direttamente sulla presa dalla Tv?

No!!! La norma CEI EN 60728-11 definisce e intende le Prese Tv come dispositivi di protezione dell'impianto stesso e ne impongono l'utilizzo. 

Dati aziendali

Elettronica Cusano S.r.l. - Via Giardinello, 16 - 00132 - Roma (RM) - Italy - Tel: +39 06 22447324 - Mail: elettronica_cusano@tiscali.it